Eva Henger non c’è nessuna competizione con mia figlia Mercedesz

mercedeszL’ex attrice Eva Henger ha ripercorso la propria carriera, partendo proprio dagli inizi della sua carriera. La sua esperienza nel mondo dei film per adulti fu una naturale conseguenza della sua storia d’amore con Riccardo Schicchi. La Henger non ha mai rinnegato questa sua decisione presa in totale autonomia: “L’ho incontrato su un set fotografico, ma ero vestita, perché lui faceva anche il fotografo di moda. Era stato reporter di guerra, era bravo a scattare le foto, solo che aveva questo pallino per il s….o! Quando ho iniziato a frequentare il suo ambiente, quello del p….o, mi sembrava normale anche posare per foto di n..o, avevo conosciuto Moana Pozzi e altre persone che mi erano piaciute, non vedevo niente di male in ciò che facevano. I giornali, vedendomi con Riccardo, scrivevano che ero la sua nuova scoperta. Tutti pensavano lo stesso che fossi un’attrice p….o. Così, alla fine, ho firmato un contratto per quattro film. Ho voluto provare per curiosità, ma sul set non ero a mio agio. Riccardo non mi ha costretto, era una mia idea. La Henger racconta un aspetto inedito della sua vita: “Con “Paperissima Sprint” successivamente, è diventata un volto non più soltanto per adulti. La showgirl ungherese ha sottolineato in particolare l’ottimo rapporto che ha con i bambini:”E’ incredibile. Mia figlia frequenta la prima elementare e, quando vado a prenderla, le sue compagne vengono subito a salutarmi e a raccontarmi cos’hanno fatto. I bambini hanno fiducia in me e io mi sento bene con loro.” Tornando a Riccardo Schicchi, invece, la sua morte ha causato in Eva Henger la paura degli ambienti chiusi e ristretti, la claustrofobia: “Ho commesso l’errore di voler vedere la chiusura della bara e, nel mio cervello, è scattata questa sorta di identificazione per cui, quando sono in un luogo chiuso, mi sento senza via d’uscita.”Parlando di Mercedesz, la Henger ha smentito qualunque tipo di competizione, elogiando sua figlia ed elencandone le virtù: “L’ho creata io, non potrei essere in competizione. E mi rende orgogliosa con la sua bellezza adesso che fa vita sana, va in palestra, mangia bene perché io le ho sempre detto che era bellissima ma, quando studiava, non ci pensava. Adesso è un mix di bellezza e intelligenza.

 

Eva Henger non c’è nessuna competizione con mia figlia Mercedeszultima modifica: 2017-07-27T16:08:41+00:00da save1098
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento